Crea sito
Un blog per tutti… Visita le varie categorie !!

Il pene invisibile più grande del mondo !!!


Ecco come il Sud, in particolare i Napoletani, finanziano il Nord

La Tangenziale di Napoli nota anche come A56 costituisce l’asse di collegamento urbano della città. Essa l’attraversa per 20km da Casoria a Pozzuoli. Ed è l’UNICA tangenziale italiana a pagamento(se si escludono le tangenziali di Milano e Torino dove si paga solo per l’attraversamento in alcuni punti),per giunta a forfait,ovvero anche per una sola uscita il prezzo è sempre lo stesso. Continuiamo sui dati tecnici adesso prima di addentrarci in una questione più “politica”. La nostra cara amata,trafficata e scandalosamente pericolosa per il limite di velocità troppo basso(camminare dalla prima alla terza corsia ad 80km/h ha abbassato il numero di vittime ma innalzato gli incidenti a catena,con le assicurazioni che di conseguenza si arricchiscono..ndr),quando fu costruita prevedeva un pedaggio di allora 300Lire ma,era il 1972 ed il costo serviva per ammortizzare le spese di costruzione. Il pedaggio, nonostante l’accordo fosse scaduto, è rimasto, senza motivazioni ufficiali, per 7 anni, dal 2001 al 2008. In quest’ultimo anno è stato firmato un nuovo accordo e pertanto ora il pedaggio rimane ufficialmente per finanziare interventi e concordati dalla società di gestione della tangenziale, in zona ospedaliera. Il ricavo è di 6 milioni di euro al mese. Giungiamo ora nella questione politica. La gestione della tangenziale è di competenza di Tangenziale di Napoli Spa,società del gruppo Atlantia. Questa società è stata istituita nel 2002 ed ha come attività quella di holding finanziaria per l’omonimo gruppo di gestione di tratte autostradali. Nel 2011 ha avuto un fatturato attivo di 3.976 milioni di €. La società fa capo alla famiglia Benetton. Questa nota famiglia di imprenditori Veneti è finita infatti nell’occhio del ciclone nel 2010 per aver fatto “regalie a piacere” per migliaia di Euro a politici e partiti. Pare infatti che siano stati donati 50000€ a Mastella ed 150000€ al partito di Bossi,ovvero la Lega Nord. La morale della storia è quindi questa:Noi napoletani ogni qual volta compriamo un maglione della Benetton o,quando siamo “costretti”per mancanza di soluzioni ad attraversare la tangenziale andiamo ad aiutare anche partiti e politici che ci vogliono fuori dall’Italia e che non fanno altro che disprezzare il sud ed i suoi abitanti. Probabilmente la situazione non cambierà,e purtroppo non smetteremo mai di prendere la tangenziale per necessità ma,nel nostro piccolo possiamo compiere dei gesti di principio in ogni caso. Qualche goccia nel mare.

Francesco M.


Dolci: “Ciambella marmorizzata”

Ingredienti per 4 persone:

  • 125g. di farina bianca
  • 75g. di zucchero
  • 60g. di latte
  • 50g. di burro a temperatura ambiente
  • 10g. di cacao amaro
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • Buccia di limone grattugiata
  • Sale
  • Burro e farina per lo stampo

Tempo occorrente: per la preparazione 30 minuti, per la cottura 45 minuti.

Preparazione:

Accendete il forno col termostato a180°C. Setacciate la farina con il lievito. Montate l’uovo intero con lo zucchero, un pizzico di sale, la buccia del limone e il burro; unite, sempre sbattendo, la farina setacciata e il latte freddo alternandoli in tre riprese. Alla fine dovrete ottenere una pasta liscia e omogenea. Dividetela in due parti, e, ad una, incorporate il cacao fatto scendere a pioggia da un setaccino. Imburrate e infarinate uno stampo con foro centrale e della capacità di circa1 litro; versatevi la terza parte del composto giallo, quindi metà di quello al cacao, altro composto giallo, il restante al cacao e, infine, tutto quello giallo rimasto.

Battete un momento lo stampo sul piano del tavolo, su un asciugamano piegato, affinchè l’impasto si sistemi, quindi passatelo nel forno già caldo; dopo circa 45 minuti infilate nella pasta uno stecchino di legno: se uscirà asciutto, sformate la ciambella sopra una fitta gratella e lasciatela raffreddare.

 

M.d.B.


Professore ricattato da ex studenti: Arrestati 4 minorenni

A Manfredonia sono stati fermati 4 ragazzi, tutti minorenni, con l’accusa di estorsione ai danni di un loro ex professore della scuola media. Due ragazzi sono stati mandati in una comunità, mentre agli altri 2 è stato imposta la permanenza in casa.

I giovani approfittando della condizione di invalidità motoria del professore lo seguivano in qualsiasi posto si recasse, minacciando insistentemente di dare fuoco alla sua auto se non avesse consegnato periodicamente ingenti cifre di denaro. Inoltre si intrufolavano nell’auto, costringendo il professore ad accompagnarli in qualsiasi posto volevano.

In questo modo si conclude un ennesimo episodio di degrado scolastico Italiano, che si unisce ai numerosi casi di violenze sessuali, minacce, violenza ecc.. tra studenti e professori.

M.d.B.


Nuovo record: Ecco l’uomo che è andato a letto con 30 donne contemporaneamente

Record tutto Indiano quello che si è consumato nel mese di Febbraio di questo anno.

L’uomo è rappresentato in foto con la maglietta commemorativa, fatta stampare appositamente per l’occasione.

Eldon Jonha, di origine Inglese, è riuscito nell’impresa che fin’ora mai nessun uomo aveva portato a termine: andare a letto con almeno 30 donne contemporaneamente, senza la partecipazione di ulteriori componenti maschili. Le donne sono tutte di origine Indiana, appartenenti a diverse categorie sociali, la maggior parte povere che sono state retribuite per l’occasione. Uno degli obiettivi raggiunti per il conseguimento del record è stato quello di riuscire a soddisfare tutte quante le donne, ovviamente senza assumere eccitanti o farmaci specifici.

 


Questa foto non la capisco…

<—– Come sono entrate quelle cose lì e perchè il “vetro” è al contrario ??


ESCLUSIVO: Sciopero ditta di pulizia, Ferrovia Sepsa nel Caos igiene

Lo sciopero era iniziato già a metà della scorsa settimana. La conferma dello sciopero ad oltranza invece è arrivata direttamente da un’inserviente. La dipendente era sul suo posto di lavoro alla stazione di Soccavo, in divisa. Stesso discorso vale per gli altri, tutti presenti ma che si esentano dallo svolgimento del proprio lavoro. La FLORIDA2000, azienda che ha il compito di provvedere alla manutenzione igienica ed agli ordinari compiti di pulizia per la S.E.P.S.A Spa, non ha ancora pagato lo stipendio dei primi di Marzo. Sono ovviamente uomini e donne con famiglia e che quindi, in questi tempi di crisi, vedono ancora più in fondo l’uscita da questo tunnel che sembra diventato infinito. Le stazioni della ferrovia Cumana e Circumflegrea versano ormai nella fatiscenza e nella sporcizia totale. Un disagio che si aggiunge ai tanti che la S.E.P.S.A già ha. Lo scorso mese infatti nelle stazioni, sono stati affissi fogli di carta dove si spiegavano i motivi dei continui ritardi dei treni dovuti, non alla negligenza del personale, ma alla mancanza dello stesso materiale rotabile. Ovvero, i treni sono fermi in deposito e non ci sono i soldi per ripararli. Stessa cosa varrebbe quindi per l’impresa di pulizia che già trovandosi in deficit per motivi propri, non percepirebbe dall’azienda appaltatrice i soldi per il servizio. Il discorso chiaramente non vale solo per la S.E.P.S.A ma anche per ANM che ha centinaia di autobus fermi in deposito guasti con gli autisti fermi a terra,  e per la Circumvesuviana che, come noto a tutti per gli scioperi ed i disagi creati, ha tagliato numerose corse. Napoli quindi si fa emblema della crisi che ha investito il settore dei trasporti pubblici e la domanda sulla convenienza o meno di privatizzare questo settore è d’obbligo. Il Sindaco Luigi De Magistris è sempre dell’opinione che Regione e Comune devono essere in grado di permettere lo svolgimento del servizio in maniera efficiente, regolare e trasparente. Di recente, secondo un sondaggio, sembra essere stato eletto come uno dei primi cittadini più apprezzati d’Italia ma, in una città difficile come Napoli, i miracoli a quanto pare, li fa solo San Gennaro.

Francesco M.


La parete trampolino: Un modo alternativo di gettarsi in piscina

Già istallata in alcuni complessi turistici, il nuovo trampolino unisce due tipi di attrazioni diverse. Infatti prima di tuffarsi, bisognerà affrontare una vera e propria scalata lungo la parete mediante appositi perni che facilitano l’impresa, e poi, “conquistata” la cima gettarsi in acqua, in maniera del tutto sicura. Questa nuova struttura sta già spopolando in svariate parti del mondo, e si spera che ben presto la si possa trovare anche in Italia, per la felicità di centinaia di bambini che si troveranno ad affrontare un’esperienza diversa rispetto al solito tuffo in piscina.


Le fasi del risveglio mattutino…

<—— Alzarsi la mattina presto è sempre un’impresa… e scommetto che tutti quanti fanno come descrive l’immagine qui accanto !!


Piercing stravaganti, “l’uomo inferriata”

Il ragazzo in foto ha deciso di cambiare la sua vita diventando una sorta di attrazione in quanto chi lo incontra chiede una foto. E’ stato soprannominato “uomo inferriata” proprio per i caratteristici piercing vicino gli occhi… guardate la foto..