Crea sito
Un blog per tutti… Visita le varie categorie !!

Per molti l’Italiano è un optional…

…. Ma sul serio questa non so che lingua parli !! xD


Scandalo per Tulisa: Giudice di “X Factor UK” protagonista di un video hot

Uno scandalo a luci rosse ha travolto Tulisa Contostavlos, uno dei giudici della versione inglese di “X Factor“. E’ infatti venuto alla luce unbollente sex-tape, che ritrae cantante protagonista di una performance ad alto tasso erotico. Il video – la cui provenienza non è ancora stata verificata – è stato messo in vendita online lunedì mattina, ma è stato immediatamente rimosso a seguito di un’ingiunzione dell’artista.

La Contostavlos ha immediatamente preso le distanze e, tramite il suo avvocato, ha assicurato che il video non è autentico: “E’ 100% un falso, opera di qualcuno che cerca di speculare sul suo ruolo a X-Factor. La mia cliente è sconvolta dal fatto che ci sia qualcuno che sia andato così oltre, tanto da creare un video. Non è assolutamente lei, Tulisa non ha mai autorizzato nessuno a filmarla mentre fa sesso.”.

Nel frattempo il video incriminato ha fatto il giro del mondo, rimbalzando da un social network all’altro e facendo letteralmente impazzire la rete. Ad alimentare il fuoco ci ha pensato Doppy, membro dei “N-Dubz” e cugino di Tulisa, che ha ammesso di aver riconosciuto l’uomo del presunto sex-tape.

La cantante ha inoltre confessato che l’anno scorso era stata contatta da un uomo che l’aveva ricattata, proponendole di comprare un suo presunto sex-tape per la cifra di £500,000.

Fonte: tgcom24

Sangue e botte per Justin Bieber

Stanchi di adolescenti deliranti che sognano di sposare Justin Bieber e cantano a squarciagola le sue canzoni? La copertina di Tony Kellyper “Complex Magazine” fa al caso vostro. Camicia sanguinante e bistecca sull’occhio, la popstar appare uscito da una scazzottata in piena regola. Ad accompagnare il servizio anche una clip – molto autoironica – in cui il bel visino di Bieber viene massacrato sul ring da due pugili.

Le corde non sono proprio l’ambiente ideale per il cantante neo-maggiorenne, che preferisce di gran lunga gli studi di registrazione. Negli ultimi mesi, infatti, Justin ha lavorato molto duramente al suo terzo progetto “Believe” – in uscita entro l’anno – che si annuncia essere più maturo rispetto ai precedenti lavori.

Ma i “Beliebers” (come si fanno chiamare i fan di Bieber) non dovranno aspettare ancora molto per ascoltare il loro beniamino. E’ prevista infatti per il 26 marzo l’uscita di “Boyfriend”, primo estratto dal disco.

Fonte: tgcom24

Android Vs iPhone… Non tutti capiranno l’immagine…

Si rinnova come al solito la sfida tra i due rivali, Android e iPhone che si dividono il mercato dei cellulari e tablet… In questa immagine che probabilmente non tutti comprenderanno, vi è “illustrata” una differenza… Quale??


Scenari di mercato futuri sul Napoli e non solo…

Mancano dieci giornate alla fine del campionato, dopo ci saranno gli Europei. A prescindere da quale sarà l’esito di un campionato che se nelle retrovie già trova validi candidati per a serie B, in alta classifica è ancora tutto da decidere. Facciamo un tuffo adesso sul mercato partendo dalle prime due della classe. Il Milan, dopo aver sofferto la qualificazione ai quarti di Champions è l’unica italiana a rappresentarci in Europa ma, dopo aver pescato il Barcellona,  sarà davvero un impresa arrivare alle semifinali. Van Persie resta il sogno di mezza estate di Berlusconi. Classe ’83 ed un contratto in scadenza nel 2013, un giocatore completo tecnicamente che può fare il ruolo si di prima punta che di seconda punta. Questa estate bastavano 25mln per poterlo far muovere da Londra sponda Arsenal, ma le sue recenti prestazioni ed, un eventuale rinnovo di contratto, potrebbero far lievitare il cartellino. La Juventus dovrà invece accasare altrove Krasic, Elia, Motta, Iaquinta, Amauri e Del Piero. Alcuni di questi elementi sono già girati in prestito altri invece sembra non godano della considerazione di Conte tra qui proprio il capitano Alex che, sta infatti pensando di andare a far fortuna negli States, dove troverà anche un probabile contratto faraonico. In entrata sicuramente non verrà riscattato Borriello che nonostante le chance concesse dall’allenatore, è ancora a secco di realizzazioni. Anche loro per rinforzare al rosa puntano forte su Van Persie e su Giuseppe Rossi che però a quanto pare, potrebbe preferire un’altra squadra italiana. Al Napoli invece potrebbe esserci aria di rivoluzione. Probabile l’addio di Mazzarri a fine stagione ed anche di Lavezzi i quali vengono continuamente accostati all’Inter. Cavani invece, stringe l’occhiolino al campionato spagnolo ed Hamsik dovrà assolutamente riprendersi da una stagione abbastanza deludente o nella quale almeno, non vale il prezzo richiesto dal patron partenopeo, 50mln. Reparto assolutamente da sistemare sarà la difesa traballante che sembra essere al momento, l’unico grave problema della squadra biancoazzurra. Si parlò di Angelo Ogbonna con insistenza ma, i cattivi rapporti tra Cairo e De Laurentiis potrebbero non far decollare mai la trattativa e allora, si cercherà probabilmente ancora in Argentina alla ricerca di una nuova promessa oppure non è da escludere una certezza:Mauricio Isla.Il terzino ala dell’Udinese piace molto al Napoli e non solo visto il suo seguito in Europa.Sembrano però avere i partenopei una corsia preferenziale visti i contatti frequenti tra i due club, ammessi dallo stesso Pozzo. A centrocampo sempre calda invece la pista di Borja Valero dal Villareal che, dopo una stagione fino a questo momento al di sotto delle aspettative potrebbe andare sicuramente altrove;non è escluso lo scambio con Gargano, già pronosticato la scorsa estate. A Roma invece si festeggia l’accordo chiuso con la Disney, il primo di tanti contratti che verranno stipulati negli States che porteranno alla squadra capitolina una montagna di soldi da investire. Giuseppe Rossi è il nome nuovo per il mercato e sembra che sia rimasto incantato dal progetto Americano. Non è da escludere la pista Nilmar. Si pensa in grande ormai e si pensa anche a Van Persie ed a Pedro del Barça ed Higuain(grazie agli ottimi rapporti tra Bronzetti e Baldini). Probabile addirittura una pista che potrebbe portare dal Brasile Neymar. Il reparto più urgente da sistemare è però la difesa che oltre ad essere vecchia paga anche gli infortuni. Alex, Vertonghen e Van der Wiel sono piste probabili mentre a centrocampo, si pensa a De Jong dell’Ajax.

Francesco M.


Francesco Schettino scrive un libro: “Racconterò la mia verità”

Il capitano Francesco Schettino, in servizio sulla nave Costa Concordia naufragata all’isola del Giglio, torna nuovamente sotto i riflettori per una sua affermazione rilasciata da poco: “Dimostrerò che non sono un capitano codardo, racconterò la mia verità”.

Schettino così lancia la sua idea di voler scrivere un libro in cui, appunto, egli racconterà nei particolari, come sono andate veramente le cose sulla nave la notte del naufragio, racconterà la sua versione anche sulla telefonata della Capitaneria di Porto che lo ha reso famoso in tutto il mondo.

Inoltre racconterà anche la scottante vicenda con la 24enne Domnica Cemortan la quale ha sempre sostenuto di non aver nessun legame con il Capitano.

Intanto Schettino rimane agli arresti domiciliari, accusato di omicidio plurimo colposo e naufragio.

M.d.B.


Ed è proprio quando pensi di aver visto di tutto, che c’è sempre chi ti stupisce ancora…

<—– La foto qui accanto riporta una domanda che è stata pubblicata su yahoo answers, forse una delle domande più incredibili, che mai ti aspetteresti di leggere…senza contare che è stata scritta in uno “pseudo-italiano” … Beata ignoranza!!


Un trans per la controfigura di Jennifer Lopez… La foto all’interno

Come ogni star che si rispetti anche ovviamente Jennifer Lopez ha una propria controfigura, che la sostituisca in scene pericolose e poco consone alla cantante. In questo caso la controfigura per JLo è un trans riportato nella foto all’interno dell’articolo… ecco Jennifer Lopez qui sulla sinistra, e la sua controfigura a destra.


La Farnesina conferma: Rapiti due turisti Italiani in India

Due turisti italiani, Paolo Bosusco e Claudio Colangelo, sono stati rapiti da un gruppo maoista nello stato indiano dell’Orissa. La Farnesina, anche attraverso l’unità di crisi, ha confermato la notizia dopo aver effettuto le necessarie verifiche. Attivata l’ambasciata italiana e le autorità consolari in India, immediatamente allertate. Anche la polizia locale ha confermato, dopo alcune ore, il sequestro.

I due connazionali sono Paolo Bosusco, di Condove (Torino), che da novembre a giugno gestisce nella città di Puri un’agenzia di viaggi, l’Orissa Adventurous Trekking, specializzata nelle tribù primitive della regione, e Claudio Colangelo, turista romano di 61 anni.Stavano fotografando delle donne
Secondo la Ndtv i due italiani sono stati rapiti mentre facevano foto di donne locali presso un fiume. Il gruppo maoista che li avrebbe rapiti, prosegue la tv, avrebbe avanzato tra le richieste per la liberazione, quella del rilascio dei prigionieri politici e lo stop all’operazione Greenhunt, offensiva delle truppe governative contro di loro. E’ la prima volta che i maoisti sequestrano turisti stranieri.

Il padre di Bosusco: sono disperato
“Sono disperato, mi chiedo ancora se quello che è successo a mio figlio è vero o no”. Queste le parole di Azelio Bosusco, 89 anni, padre di Paolo, rapito in India da ribelli maoisti. L’anziano ha difficoltà di udito e colloquia con l’aiuto di una badante. “Ho appreso del rapimento dal telegiornale – ha detto – e ho capito che poteva trattarsi di mio figlio”. La conferma è arrivata quando i Carabinieri hanno informato l’anziano e sua figlia Vanna, di 55 anni.

Roma, la Procura ha aperto un’inchiesta
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sul rapimento di Paolo Bosusco e di Claudio Colangelo avvenuto in India ad opera di maoisti. Sequestro di persona con finalità di terrorismo è il reato configurato dal sostituto procuratore, Erminio Amelio. Gli inquirenti sono in attesa di comunicazioni sulle modalità del rapimento e per questo motivo riceveranno un’informativa dalla Farnesina. Gli accertamenti saranno delegati ai carabinieri del Ros.

Forse dissidi tra i gruppi di maoisti
Ci potrebbe essere uno scontro in seno al partito comunista indiano (Maoisti) dietro al rapimento dei due italiani. Lo ipotizza l’emittente Ndtv sul suo sito internet. Il sequestro è stato rivendicato da Shabhasachi Panda, il leader dei Maoisti in Orissa, un ‘moderato’ che si è schierato in passato contro gli omicidi indiscriminati commessi dai maoisti.

“Colangelo un viaggiatore instancabile”
“Claudio Colangelo è un viaggiatore instancabile che lavora per dare speranza, salute e dignità alle persone che vivono nei principali Paesi in via di sviluppo, soprattutto India e America Latina”. Lo ha detto il Direttore generale dell’Ospedale San Camillo di Roma Aldo Morrone a Tgcom24, a proposito di Claudio Colangelo, il turista italiano rapito da un gruppo maoista nello stato indiano dell’Orissa insieme a Paolo Bosusco.

Maoisti: “Non faremo del male agli italiani”
I maoisti che hanno rapito Paolo Bosusco e Claudio Colangelo hanno detto di non avere intenzione di far loro del male. Lo hanno rivelato oggi, citati dai media indiani, Santosh Moharana e Kartik Parida i due indiani di Puri che in un primo tempo erano stati sequestrati insieme agli italiani ma che poi sono stati rilasciati ieri sera.

Il rapimento è stato rivendicato

Il sequestro è stato rivendicato da Sabyasachi Panda, leader dei Maoisti in Orissa, con un audio-messaggio trasmesso con traduzione in inglese dall’emittente Hnf. “Abbiamo arrestato due turisti italiani che come centinaia di stranieri trattano la popolazione locale come scimmie e oggetti ridicoli. Questo è contro l’umanità e vogliamo che la popolazione si sollevi”, afferma Panda, che nel messaggio chiede al governo locale la liberazione di prigionieri politici e di “fermare tutte le operazione contro i ribelli maoisti”.

Il premier dello stato di Orissa: “Liberateli e poi trattiamo”

Naveen Patnaik, premier dello stato di Orissa,  ha detto al gruppo maoista che ha rapito gli italiani di essere pronto ad avviare un dialogo con loro ma nella legalità. Chiedendo di rilasciare immediatamente gli italiani “per motivi umanitari”, Patnaikl, parlando dopo una riunione di emergenza del governo locale, a condannato l’azione dei maoisti dicendo che “il ricorso alla tattica dei rapimenti non e’ accettabile in una società civilizzata”, secondo quanto si legge su un sito locale.

Fonte: tgcom24

Truffa ai danni della Roma: Giornalisti provano a diffamare

La Procura ha aperto un’inchiesta sul tentativo, di alcuni giornalisti e voci dell’etere romano, di diffondere falsi dossier per danneggiare la Roma e la figura di Franco Baldini. Come spiega l’articolo de ‘La Repubblica’, alla vigilia dell’ultimo derby, la “iena” Paolo Calabresi viene avvicinato da un giornalista ormai in pensione, Roberto Renga, già “firma” di Paese Sera e Messaggero, portata in palmo di mano dalla vecchia proprietà. L’uomo dice di avere documenti in grado di devastare l’immagine pubblica e privata di Franco Baldini, direttore generale del club, e di Mauro Baldissoni, avvocato del cda. I documenti testimonierebbero l’appartenenza dei due alla massoneria (come indicherebbe un umoristico anagramma “tfa” triplice fraterno abbraccio) e che, naturalmente, il nuovo gruppo dirigente fa “la cresta” sul calciomercato. La “iena” cui il falso appare macroscopico, registra di nascosto la conversazione. Il nastro finisce alla Digos, dove vengono ascoltati come testimoni, Baldini, Baldissoni e il ds Walter Sabatini. Renga avrebbe anche dei soci: suo figlio Francesco e un paio di voci delle radio libere, Giuseppe Lo Monaco e Mario Corsi, detto “Marione”.  Ora sono tutti indagati per diffamazione. La Digos, pochi giorni fa, ha bussato a casa Renga, dove ha recuperato le prove del falso.

Fonte: forza-roma.com